Architetto e Designer

HOME > VANNA NETTI > ARCHITETTO E DESIGNER

Maturità scientifica, Vanna Netti si laurea con lode presso la facoltà di Architettura del Politecnico di Bari, con una tesi in architettura domestica al Cairo, dove si reca per le ricerche ed i sopralluoghi. Sostiene l’esame di Stato con conseguente iscrizione all’Albo degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Bari.
Vince una borsa di studio, con la quale prosegue la sua formazione seguendo un Master in Architettura Sostenibile, presso l’Istituto Nazionale di Architettura di Roma. E’ in questo periodo che concretizza la sua innata passione per i gioielli, apprendendo presso maestri artigiani le tecniche e gli strumenti più utili alla loro realizzazione.
Prosegue il suo corso professionale, lavorando presso diversi studi tecnici, tra Polignano a Mare e Bari. Partecipa regolarmente a seminari, workshop e convegni di architettura. Gestisce, come professionista, diversi incarichi professionali, curando la progettazione e realizzazione di abitazioni residenziali, bed & breakfast, negozi e studi professionali.
Nel 2014 riprende il suo percorso con i gioielli, fin quando intuisce che quella che era soltanto una passione poteva crescere per diventare qualcosa di importante. Comincia così un nuovo impegno. Il 2015 è l’anno della sperimentazione. Nel 2016 fonda il suo brand “Il Sogno di Siriah”. Realizza gioielli fatti rigorosamente a mano. Apre il suo primo punto espositivo a Polignano a Mare, nella centralissima Piazza Aldo Moro.
Carattere dolce e riflessivo il suo, sempre animata dal dualismo tipico della professione di architetto…arte e tecnica, estro e regola, rigore e creatività. Schierata sempre dalla parte del Bene. Profondamente legata ai suoi affetti, vive con rispetto per tutti e risponde alle cattiverie altrui con energia creativa. I suoi gioielli nascono in un momento di grande difficoltà emotiva diventando presto un mezzo espressivo che trasforma il dolore in bellezza, la rabbia in riflessione interiore.
I suoi gioielli attingono molto dalla sua formazione di architetto e si configurano come una vera e propria sintesi progettuale. Da un’ispirazione o una suggestione, nasce un concept che da vita ad una bozza, quasi sempre a matita, poi elaborata e approfondita anche al computer. Segue una fase molto meticolosa che prevede la ricerca dei materiali per giungere finalmente alla realizzazione del gioiello.
Amante da sempre degli “Angeli” con i quali ha un dialogo spirituale continuo, aperto nel lontano 1986, anno in cui da bambina ha perso suo padre, inizia la sua collezione con delle creazioni a loro dedicate, a cui è stato ispirato il logo del brand. Si tratta di angioletti realizzati con pietre dure naturali, argento 925 italiano e la particolarità delle alette in tessuto, a renderli unici nel loro genere e per questo coperti da copyright.
Musa ispiratrice “Siriah” un angioletto di bambina, molto speciale, protagonista di una favola che si pone a metà tra realtà e fantasia.