Category Archives

Blog

Il Sogno di Siriah presenta “Uniti nel cuore”, una serata per sostenere gli amici di Accumoli

Uniti nel Cuore è la cena di gala con esposizione, vendita, defilè e lotteria di gioielli organizzata da Il Sogno di Siriah e l’Hotel Castellinaria di Polignano a Mare. Si tratta di una serata evento che vedrà anche performance canore e musicali, realizzata con il fine di sostenere gli amici di Accumoli, colpiti dal sisma.

Sabato 26 Novembre 2016 – Hotel Castellinaria, località San Giovanni – Polignano a Mare (Ba)

Quota di partecipazione: 30,0 euro a persona di cui un terzo in Beneficenza
Possibilità di pernottamento in loco: 25,0 euro a persona compresa colazione , di cui 5 euro in Beneficenza
Info: 3356662127

Una parte del ricavato delle vendite degli oggetti in esposizione sarà devoluta in beneficenza.

#beneficenza #evento #accumoli #terremoto #unitinelcuore #cenadigala #defilègioielli #aiutiamoci #sfilata #gioielli #amore #ricostruzione #cena #di #gala #solidarietà #puglia #bari #polignano #a #mare #italia #milano #umbria #amatrice #eventi #castellinaria

volantinounitinelcuore

Read More

Speciale festa dei nonni: le nostre creazioni a prezzi davvero speciali per i nostri angeli custodi!

La ricorrenza dedicata ai nonni, in Italia cade nello stesso giorno in cui si festeggiano gli Angeli Custodi, proprio perché il nonno e la nonna sono da sempre gli “angeli custodi della nostra infanzia”.

Per la festa dei nonni, programmata per domenica 2 Ottobre, abbiamo pensato di presentare alcune delle nostre creazioni ad un prezzo davvero speciale. Quale migliore occasione per dedicare a loro un dono, simbolo del nostro affetto e della nostra gratitudine per tutto quello che hanno fatto per noi!

Da oggi e sino a domenica 2 Ottobre 2016, nella home page del nostro sito alla pagina www.ilsognodisiriah.it troverete tutti i gioielli a prezzo speciale per la festa dei nonni.

#moda #arte #sfilate #gioielli #collane #bracciali #orecchini #bracciali#portachiavi #svizzera #italiani #italia #italy #made #madeinitalia#madeinitaly #hand #handmade #emirati #lugano #ginevra #preziosi #oro#argento #creazioni #blogger #sea #sun #puglia #polignano#festadeinonni #angelicustodi #weareinpuglia

Read More

Meraviglioso Modugno, sabato 6 agosto tanti grandi artisti a Polignano celebrano Mr Volare

Quest’anno sul palco Morgan, Enrico Ruggeri, Dolcenera, Orchestra di Piazza Vittorio con Mama Marjas, Francesca Michielin, Francesco Gabbani e Giosada.

A Riccardo Scarmarcio il Premio Città di Polignano.
Con Maria Cristina Zoppa conducono Giovanni Caccamo ed Ermal Meta
Morgan, Enrico Ruggeri, Dolcenera e Riccardo Scamarcio, che ritirerà il Premio Città di Polignano a Mare. Saranno tra i protagonisti di Meraviglioso Modugno, manifestazione che celebra Mister Volare. Torna l’appuntamento dedicato al grande artista pugliese, progetto di Puglia Sounds che dal 2013 si svolge a Polignano a Mare, città natale di Domenico Modugno, con l’obiettivo di rendere il piccolo centro sull’Adriatico un importante luogo di ricerca per la musica d’autore.

Con l’organizzazione del Comune di Polignano, il sostegno di Puglia Sounds e il rinnovato patrocinio di Siae e Federautori, Meraviglioso Modugno è in programma sabato 6 agosto, sempre in piazza Aldo Moro (ore 21, ingresso libero), per accendere con le canzoni e la sensibilità degli artisti ospiti i riflettori dello spettacolo sul dramma dell’immigrazione. Partendo dai versi «Hanno inventato il mare» tratti da Meraviglioso, canzone del 1968 con testi di Riccardo Pazzaglia, verranno messi a confronto il mare come bellezza e il mare come male del secolo, temi intorno ai quali ruoteranno le scelte dei cantanti invitati a reinterpretare il repertorio di Modugno.

“Modugno come la Puglia. Si sono fatti conoscere e amare poco a poco, giorno dopo giorno e alla fine ci sono entrati nelle vene. Perché per sentirsi a casa non basta esserci nati, per sentirsi a casa occorre che quella casa si prenda cura di noi, come ha fatto Modugno, con i suoi cieli trapunti di stelle, e come ha fatto la Puglia, con i suoi chilometri di bellezza e tradizione. Meraviglioso Modugno a Polignano a Mare è un appuntamento che la Regione non avrebbe mai potuto mancare perché si prende cura dei pugliesi, li accarezza con le mani della poesia, della conoscenza. È un riconoscimento al passato e un investimento sul futuro” commenta Loredana Capone, Assessore Industrie Turistiche e Culturali e Sviluppo Economico Regione Puglia. Con Morgan, Ruggeri e Dolcenera sono attesi anche l’Orchestra di Piazza Vittorio con Mama Marjas, Francesca Michielin, Francesco Gabbani e Giosada, le cui presenze testimoniano l’attenzione particolare che quest’anno Meraviglioso Modugno riserva alle nuove generazioni di autori e interpreti, anche con l’affidamento speciale della co-conduzione accanto a Maria Cristina Zoppa a una coppia inedita di voci, Giovanni Caccamo ed Ermal Meta, volti nuovi della musica italiana.

La stessa Maria Cristina Zoppa cura con Stefano Senardi la direzione artistica della serata, nel corso della quale l’attore pugliese Riccardo Scamarcio ritirerà il Premio Città di Polignano a Mare 2016 per aver contribuito a promuovere l’immagine dell’accogliente località pugliese. Nel corso delle varie edizioni Meraviglioso Modugno ha ospitato, tra i tanti, i Negramaro, Vinicio Capossela, Daniele Silvestri, Gino Paoli, Malika Ayane, Sud Sound System, Mannarino, Pacifico, Noemi, Simone Cristicchi, Mauro Ermanno Giovanardi, Nada, Paola Turci, Piero Pelù, Ornella Vanoni, Niccolò Fabi, Nina Zilli e Diodato.

Meraviglioso Modugno è un progetto Puglia Sounds organizzato dal Comune di Polignano a Mare con il patrocinio della Società Italiana degli Autori ed Editori e della Federazione Autori Puglia Sounds è il progetto della Regione Puglia attuato dal Teatro Pubblico Pugliese nell’ambito del FESR Puglia – Fondo Europeo di Sviluppo Regionale 2007-2013 e del FSC – Fondo di Sviluppo e di Coesione 2007-2013

Hashtag ufficiali
#MM2016 e #meravigliosomodugno2016

info www.comune.polignanoamare.ba.it

Tel. 0804252336

Read More

In Memoria di Zaha Hadid, la grande donna e grande architetto autrice del museo MAXXI di Roma

« In assenza di quell’elemento di incertezza e di quella sensazione di intraprendere un viaggio verso l’ignoto non può esserci progresso »

Il contesto e le opere

Zaha Hadid è considerata uno degli architetti più visionari ed influenti del nostro tempo. Di origine irachena, dopo aver studiato matematica all’American University di Beirut, nel 1972 si trasferisce in Inghilterra, dove nel 1977 si laurea con lode all’Architectural Association School di Londra, città dove attualmente vive e lavora. Nel 2004 è stata la prima donna a ricevere il Premio Pritzker, il più importante riconoscimento internazionale per l’architettura. Dalla personalità poliedrica, Hadid è una progettista a tutto tondo: oltre all’architettura, infatti, si dedica anche alla pittura, al design e alla moda. Si forma in un contesto culturale eterogeneo dove le radici arabe si fondono alle tendenze architettoniche occidentali più moderne.

La scrittura progettuale di Hadid si contraddistingue per la capacità di costruire immagini di estrema eleganza e raffinatezza e si muove essenzialmente tra due tendenze architettoniche: il Decostruttivismo da una parte e il Parametricismo dall’altra. Il Decostruttivismo è una corrente architettonica diffusasi in Europa agli inizi degli anni ottanta del Novecento, che sosteneva il rifiuto dei concetti di equilibrio, armonia, purezza e coerenza formale, tipici della tradizione del moderno.
La più recente tendenza parametrica, invece, vede la progettazione affidata ad avanzate tecnologie digitali, dove l’utilizzo di specifici software consente la creazione di forme molto complesse che sfidano la tradizionale geometria euclidea. Il MAXXI stesso è la solidificazione in cemento di un modello tridimensionale elaborato digitalmente.
I progetti di Hadid nascono dunque da un nuovo modo di concepire lo spazio, dove il rifiuto dei metodi tradizionali di rappresentazione si fonde alla ricerca di forme nuove e complesse.
Il Vitra Fire Station a Weil am Reihn (Berlino), terminato nel 1993, è senz’altro l’opera che più si avvicina all’architettura del MAXXI e che ben esprime il modo di concepire lo spazio dell’architetto angloirachena. Stratificazioni di volumi sovrapposti, forte dinamismo, largo impiego del cemento, lettura e reinterpretazione del contesto sociale ed urbano attraverso l’architettura sono elementi caratteristici dell’edificio tedesco che ritroviamo nel complesso museale romano.
Il cantiere del MAXXI è stato avviato nel 2003 e concluso nel 2009 ed è stato un luogo di grande sperimentazione sia formale che tecnico-costruttiva.
Alla complessità architettonica dell’edificio corrisponde, infatti, una rigorosa scelta dei materiali, dove il cemento è sicuramente il protagonista. Largamente impiegato – dalla pavimentazione in massetto di cemento lucidato sino alle coperture in cemento fibrorinforzato – esso da materiale economico e di uso comune diventa elemento altamente tecnologico.
La costruzione delle grandi pareti continue, inoltre, ha richiesto la realizzazione di casseformi su misura e il brevetto di un cemento facciavista autocompattante. L’esito formale finale delle pareti è stato attentamente studiato: segnate dai fori lasciati dai giunti che univano i due lati delle casseformi, esse sono state rese particolarmente lisce attraverso una resina applicata all’interno delle casseformi stesse prima della gettata del cemento.
L’architettura del MAXXI nella sua forma sinuosa in cemento armato, acciaio e vetro si snoda prevalentemente in orizzontale. L’interno, dalla trama spaziale complessa, è caratterizzato da gallerie fluide, spazi concavi e convessi che si susseguono e s’intrecciano su più livelli sovrapposti, creando ambienti fortemente suggestivi e dinamici. Qui il visitatore è invitato a immergersi e perdersi e ad esplorare liberamente lo spazio, seguendo un personale percorso. Il MAXXI è uno spazio da “navigare” dunque, «un mondo nel quale tuffarsi» come lo ha definito la stessa Hadid, dove lasciarsi trascinare dalle «derive direzionali» tracciate dalle gallerie e dal sistema di copertura.
Nello spazio a tutta altezza della hall, si snodano le flessuose scale autoportanti in metallo nero verniciato che evocano l’idea di movimento dell’intero edificio.
Le grandi pareti continue e dai volumi morbidi sono collegate alla sommità da travi sagomate trasversali, al di sopra delle quali è disposto il sistema di costolature (lame verticali) che sostiene i lucernari vetrati e che, con la sua linearità, amplifica l’andamento sinuoso delle pareti, quasi sempre prive di aperture esterne.
Nei sistemi di copertura si racchiude tutta la complessità e la qualità tecnologica e impiantistica dell’edificio: vi alloggiano infatti strumenti di controllo della luce naturale, serramenti, dispositivi per l’illuminazione artificiale e il controllo ambientale, supporti per il sistema di ripartizione dello
spazio. Nelle sua complessità, nei suoi ambienti fluidi ed avvolgenti, il MAXXI si configura come campus urbano multifunzionale, un luogo dove immergersi liberamente e dove lasciarsi guidare dall’architettura non tradizionale alla scoperta delle arti contemporanee.

Spunti per riflettere sulle opere
Dopo aver osservato e percorso gli spazi del MAXXI rifletti sulla sua architettura, quali sensazioni hai provato nel percorrerla? Ti sei sentito disorientato o a tuo agio?
Prova a spiegare il perché delle tue sensazioni.
Credi che l’architettura sia in grado di suscitare emozioni? Ti è mai capitato di attraversare uno spazio e sentirti fortemente coinvolto? Dove? E perché?
Zaha Hadid utilizza un materiale resistente e solido come il cemento per creare ambienti morbidi e sinuosi. Focalizza la tua attenzione sulle grandi e lunghe pareti curvilinee.
Se dovessi associarle ad un elemento della natura, quale sceglieresti e perchè?
Se dovessi pensare lo spazio della tua scuola secondo il linguaggio architettonico di Zaha Hadid, come la immagineresti?

Per approfondire
Zaha Hadid, Vitra Fire Station, Weil am Reihn, 1993
Frank O. Gehry, Guggenheim Museum, Bilbao, 1997

Collegamenti
www.zaha-hadid.com

Read More

Aiuta come noi SightSavers Italia Onlus a combattere la cecità di un bambino che ne ha bisogno

Il Sogno di Siriah e Vanna Netti, hanno sostenuto negli anni la causa di tante organizzazioni di volontariato impegnate nella difesa dei bambini e dei più deboli.
Tra queste SightSavers Italia Onlus che lavora per combattere la cecità evitabile e offrire pari opportunità alle persone con disabilità nei paesi più poveri del mondo.

SightSavers aiuta le persone a riacquistare la vista, facendo opera di prevenzione affinchè nessuno sia più cieco per cause evitabili, per malattie che si possono prevenire e sosteniamo le persone irreversibilmente cieche offrendo loro l’opportunità di una vita indipendente e dignitosa.

Le cause della cecità vanno oltre le patologie degli occhi. La povertà e la cecità sono legate in maniera inesorabile e Sightsavers lavora ogni giorno per sopperire ai danni che povertà, mancanza di servizi, risorse e personale medico causano nel mondo. Vogliamo migliorare la vita delle persone oggi come nel tempo.

Cosa puoi fare tu adesso, insieme a noi! Tu puoi cambiare per sempre la vita di un bambino cieco, di una mamma, di un papà e regalare loro un futuro migliore. Ora con la tua donazione!

Bastano 6 euro per proteggere 10 bambini dal tracoma e 30 euro per operare una mamma di cataratta. Aiutaci a salvare migliaia di persone dal buio della cecità nei paesi più poveri del mondo.

Scegli la modalità che preferisci e fai subito la differenza!

Vai su http://www.sightsavers.it e fai si che il tuo sogna possa vivere anche negli occhi di un bambino che ne ha bisogno.

Read More

I nostri gioielli all’evento Body Painting in Puglia – Sabato 20 Agosto Resort Castellinaria, Polignano

I nostri gioielli saranno presenti nell’evento BodyPainting Puglia, manifestazione unica e mai realizzata nella regione, prevista per sabato 20 Agosto 2016 dalle ore 20,30 alle 23,30 circa presso l’Hotel Resort Castellinaria di Polignano a Mare (Contrada S. Vito), che consta nella realizzazione scenografica pittorica su corpi di modelle e modelli che si esibiranno in danze e sfilate. Sui corpi saranno dipinti temi e soggetti che riguarderanno il luogo e gli elementi del paesaggio pugliese.

Scopo dello spettacolo è quello di esaltare gli elementi paesaggistici del territorio di Puglia in chiave allegorica, pittorica e simbolica, con esibizioni coreografiche, danze, musiche e sfilate coinvolgendo e interagendo con il pubblico presente (specie il turista), con relative foto e riprese video.

Tra queste sfilate, a completare l’outfit di modelle che indosseranno eleganti capi firmati, quella dei gioielli della collezione Primavera-Estate 2016 de Il Sogno di Siriah di Vanna Netti.

L’evento è organizzato da Maurizio Ferrieri, Bari 15 Marzo 1971, professione pittore ritrattista iscritto al ruolo numero 6 dei pittori/ritrattisti nazionali, body painter, insegnante di disegno, pittura, tecniche pittoriche, esperto di estetica, segretario e responsabile artistico dell’associazione socio-culturale Katry.

L’ingresso è libero.
Per ulteriori informazioni sulla manifestazione:
http://www.bodypaintinginpuglia.it

 

Read More